UIM UIL UIL SERVIZI

AREA RISERVATA


Hai dimenticato la password?
ItalInforma
LIM
UILWEBTV

Legge di Bilancio 2021: pensioni e famiglia

11/01/2021

 

 

È stata pubblicata, sul supplemento ordinario n. 46/L alla Gazzetta Ufficiale, la Legge 30 dicembre 2020, n. 178. Le novità in ambito previdenziale e in tema di welfare.

 

La Legge di Bilancio 2021, entrata in vigore il 1° gennaio di quest’anno, contiene importanti interventi in materia di lavoro, fisco, famiglia e previdenza.
Riportiamo, in sintesi, alcune delle novità presenti nella manovra 2021 e altre importanti misure prorogate per l’anno in corso.

 

Sul fronte pensionistico vengono prorogate, fino al 31 dicembre 2021, sia l’Ape Sociale, la misura che consente di accedere alla pensione con 63 anni di età e almeno 30 o 36 anni di contributi (a seconda della categoria di appartenenza) che l’Opzione donna, una particolare modalità di pensionamento anticipato riservato per quest’anno alle donne nate nel 1962 (se autonome nel 1961) e che hanno raggiunto, entro il 31 dicembre 2020, il requisito contributivo di 35 anni.

 

La Legge di Bilancio ha previsto, inoltre, la nona salvaguardia dei lavoratori esodati e il riconoscimento, dal 1° gennaio 2021, da parte dell’INAIL, attraverso il Fondo Vittime Amianto, di alcune misure in favore dei lavoratori esposti all’amianto.

 

Tra le misure di sostegno alla famiglia, la nuova manovra di bilancio ha previsto un incremento di 3 miliardi per il 2021 del Fondo universale e servizi alla famiglia e altre misure correlate (di cui al comma 339 dell’articolo 1 della legge di Bilancio 2020), per finanziare l’assegno universale per i figli, un contributo economico di sostegno alle famiglie con figli a carico.

 

Vengono rifinanziati il Reddito di cittadinanza, il Bonus bebè, per ogni figlio nato o adottato nel 2021 e il Bonus asilo nido, riservato alle famiglie con bambini da 0 a 3 anni per il pagamento della retta degli asili nido o per l’assistenza a domicilio in favore di bambini affetti da gravi patologie.

 

Aumentano, inoltre, i giorni per il congedo di paternità obbligatorio: salgono da 7 a 10 giorni da fruire entro cinque mesi dalla nascita del figlio.

 

Una novità portata dalla Legge di Bilancio 2021 riguarda le madri disoccupate o monoreddito facenti parte di famiglie monoparentali con figli a carico aventi una disabilità riconosciuta in misura non inferiore al 60%. Per le mamme sole con figli disabili è riconosciuto un bonus mensile di 500 euro per il periodo compreso tra il 2021 e il 2023. Per la presentazione delle domande e le modalità di erogazione del contributo economico bisognerà attendere il decreto attuativo ministeriale.

 

 

 

(Foto @Cozine stock.adobe.com)