UIM UIL UIL SERVIZI

AREA RISERVATA


Hai dimenticato la password?
ItalInforma
LIM
ANF
UILWEBTV
Laborfin

Bonus bebč per l'anno 2018

06/04/2018

 

 

 

 

Come noto, la legge di Bilancio 2018 ha rinnovato anche per quest’anno l’assegno di natalità (c.d. bonus bebè) da 80 euro al mese (960 euro annui) ai figli nati o adottati dal 1° gennaio 2018 al 31 dicembre 2018,  ma solo per il primo anno di vita del bambino o per il primo anno di ingresso a seguito dell’adozione, anziché fino ai tre anni come precedentemente previsto.

 

L’assegno è stato introdotto dalla legge n. 190/2014 e ne beneficiano le famiglie con un reddito ISEE sotto i 25.000 euro l’anno. L'importo è raddoppiato a 160 euro al mese (1.920 euro annui) quando il valore dell’ISEE non sia superiore a 7.000 euro annui.

 

L’INPS, con la circolare n. 50 del 19/3/2018 riepiloga in premessa la normativa riferimento, precisando che il bonus 2018 trova la sua disciplina in due distinte leggi: la legge n. 205/2017 (Bilancio 2018), relativa agli eventi che si verificheranno nel corso di quest’anno, con assegno di durata massima annuale, e la legge n. 190/2014 riferita agli eventi verificatisi nel triennio 2015-2017, che prevede un assegno di durata triennale e, proprio per tale motivo, ancora in corso di applicazione.
Pertanto, ad eccezione del periodo di nascita/adozione previsto dalle due norme e della durata massima del bonus, ogni altro aspetto dell’assegno di natalità, riproposto anche per il 2018 dalla legge n. 205/2017, resta disciplinato dalla legge n. 190/2014 e dal D.P.C.M. 27 febbraio 2015.


Per ogni figlio nato o adottato o in affido preadottivo, tra il 1° gennaio 2018 e il 31 dicembre 2018, la domanda è presentata, esclusivamente in via telematica, da uno dei genitori entro 90 giorni dalla nascita oppure dalla data di ingresso del minore nel nucleo familiare. In tale caso l’assegno spetta a decorrere dal mese di nascita o di ingresso in famiglia del figlio adottato a seguito dell’adozione o dell’affidamento preadottivo.
Qualora la domanda sia presentata oltre il termine di 90 giorni, l’assegno decorre dal mese di presentazione della stessa.

 

L’assegno per quest’anno è erogato per un massimo di 12 mensilità. Mentre per ogni figlio nato o adottato o in affido preadottivo tra il 1° gennaio 2015 e il 31 dicembre 2017 spetta per un massimo di 36 mensilità.